ASSOCIAZIONE RACCOLTA BARCA LARIANA

 
un patrimonio unico al mondo

Nel 1978 un gruppo di amici, di fronte alla scomparsa delle antiche tradizioni nautiche del lago, decidono di fondare l’Associazione ”La Raccolta della barca Lariana” allo scopo di raccogliere reperti d’epoca e di tramandare notizie e tradizioni culturali nautiche.  L’Associazione vuole che il Museo Barca Lariana, situato a Pianello del Lario sul Lago di Como, condivida questi tesori con il pubblico, diventando un esempio di eccellenza all’interno del settore museale.

Il progetto si propone di raccontare la storia della nautica coinvolgendo un pubblico il più ampio possibile: studiosi, ricercatori, amanti della nautica e turisti possono esplorare territori ricchi di storia e cultura come quello della Lombardia e del Lago di Como.

 
 
il sogno diventa realtà

Dopo 18 anni di chiusura forzata, in assenza di fondi pubblici, il Museo è riuscito a realizzare un sogno italiano che si è compiuto con la riapertura dello stesso grazie alla sensibilità e generosità dei privati.

Attualmente il Museo svela la storia di alcuni pezzi unici della raccolta e si pone come obiettivo la digitalizzazione dei documenti disponibili nell’archivio dell’Associazione La Raccolta della Barca Lariana oltre che la realizzazione di un progetto di realtà virtuale di un’area museale. Il tutto anche con il coinvolgimento dei visitatori, che attraverso il web e strumenti interattivi potranno suggerire come si immaginano il Museo, aggiungere le loro fotografie, i video, i documenti inerenti la nautica.

Un luogo creato con la gente e per la gente.

Il Museo si pone come luogo vivo, attivo e dinamico ricercando vie contemporanee, interattive e interdisciplinari, in linea con i bisogni e le priorità della società, per intervenire in modo concreto sulla vita delle comunità.

Il Museo Barca Lariana si pone fra i principali esempi lombardi di “museo diffuso”, ovvero presidio di tutela attiva del territorio su cui si trova, esprimendo così appieno il concetto del rapporto tra musei paesaggi culturali.

Si tratta di un patrimonio unico al mondo, nato da anni di “vita e conoscenza” del territorio del Lago di Como che hanno portato alla realizzazione di una raccolta di inestimabile valore per il settore nautico e per la storia dell’Italia, ospitata in 9.400 metri quadri di sale e magazzini e su oltre 8.000 metri quadri di parco.

Il Museo è destinato a fare da traino per il completamento di un progetto ambizioso e degno di una raccolta di imbarcazioni che non ha eguali in Europa.

  • Quasi 200 barche a remi e gondole e quasi 50 barche da pesca e caccia
  • Più di 100 motoscafi fuoribordo e circa 100 motoscafi entrobordo da turismo
  • Circa 40 motoscafi entrobordo da corsa e circa 80 barche a vela
  • 3 barche a remi da contrabbando
  • Il più antico battello del Lago di Como, 6 imbarcazioni militari e 4 barconi da lavoro
  • Quasi 300 motori fuoribordo e 80 motori entrobordo
  • Migliaia di oggetti attinenti la costruzione e l’uso delle barche, oltre a centinaia di registrazioni, diapositive, libri, riviste e più di 3.000 fotografie.
 

 
1 / 9
 

CONTRIBUISCI A RENDERE UNICO IL SOGNO