Il Fondatore

 
GianAlberto Zanoletti, il Lago di Como e la sua voglia di fare

Parlare di GianAlberto Zanoletti è come parlare di un uomo speciale che vuole fare e sa fare.

All’origine di tutto c’è il Lago di Como.

Nato nel 1943, passa sin in da piccolo le sue vacanze estive sul lago, dove da adolescente inizia a frequentare vecchi pescatori e maestri d’ascia. A 12 anni riceve come regalo il suo primo dinghy. Si appassiona alle regate veliche e alla motonautica

La sua voglia di fare lo porta a bruciare le tappe. A soli 17 anni partecipa alla competizione nautica “100 miglia del lago” su un Molinari con motore fuori bordo Mercury. Nel 1970 batte il record mondiale di velocità nella categoria Fuoribordo Sport classe SF (1000 cc.) su motoscafo Abbate con motore Carniti. Da molto giovane inizia la sua collezione di imbarcazioni in legno, ben consapevole che queste rappresentino la memoria del lago.

Barche a vela, motoscafi, gondole, comballi, navette, barche da lavoro. Nulla scappa all’occhio esperto di GianAlberto che raccoglie negli anni centinaia di “vecchie signore” di legno, oggetti, fotografie e racconti.

Il giardino di casa non è più sufficiente a ospitare la sua collezione; nel 1977 acquista un’antica filanda che diventerà poi il Museo Barca Lariana e fonda con alcuni amici l’Associazione Raccolta Barca Lariana, dedicata alla salvaguardia delle barche d’epoca.

Nel 1982 apre il Museo Barca Lariana, un patrimonio unico al mondo. Una raccolta d’inestimabile valore per il settore nautico e per la storia dell’Italia, ospitata in 9.400 metri quadrati di sale e magazzini e su oltre 8.000 metri quadrati di parco, che si propone di raccontare la storia della nautica in un territorio, Lombardia e Lago di Como in particolare, ricco di storia e cultura.

Da allora si è dedicato con tutta l’anima alla sua passione, le imbarcazioni d’epoca, considerate a buon diritto veri e propri gioielli. La collezione evoca con straordinaria poesia e forza espressiva tutta la suggestione del suo mondo; immagini, emozioni, piccoli pezzi di vita di GianAlberto Zanoletti.

Girando per il museo non si può non essere affascinati dalla sua atmosfera, dove il tempo sembra essersi fermato.

 
 
Un patrimonio da riconoscere e raccontare

Un piccolo universo di gioia per le belle cose fatte ad arte.

Nel 1987, con un gruppo di amici tutti appassionati di barche d’epoca, fonda l’ ASDEC, Associazione Scafi d’Epoca e Classici che rispecchia quello che era ed è il suo desiderio: riunire i veri appassionati di scafi d’epoca e classici in club.

Il Museo Barca Lariana, un progetto per proteggere e tramandare la cultura nautica, uno straordinario patrimonio di saperi e valori.

 

Sciogliete le cime, si parte…

 

SOCI FONDATORI DELL’ASSOCIAZIONE

“LA RACCOLTA DELLA BARCA LARIANA”:

Filippo Annoni (Presidente)
Giovanni Alberto Zanoletti (Vicepresidente)
Pietro Gritti (Segretario)
Francesco Cicogna
Arturo Pinucci
Sergio Cavallin

Ai quali si sono subito aggiunti:

Cristina Gavazzi
Marco Bonzanico
Adolfo Premoli
Vittorio Bega
Mirella Bega

 

CONTRIBUISCI A RENDERE UNICO IL SOGNO